La nuova era dei dati aperti ad Isso

Sono lieto di annunciare ai miei concittadini l’inizio di una nuova era nel nostro Comune: l’era dei dati aperti.
Fin dalla sua prima stesura, nella nostra Agenda Digitale Isso è stato previsto un capitolo dedicato ai dati aperti (open data) con l’obiettivo di cercare, elaborare e rendere accessibili i dati PUBBLICI ancora chiusi nelle banche dati comunali. Dallo scorso gennaio è nata una collaborazione con Regione Lombardia, la quale ha configurato e reso accessibile gratuitamente a tutte le pubbliche amministrazioni – adesione tramite formale delibera – il portale regionale dei dati pubblici (dati.lombardia.it). La piattaforma è basata su Socrata, uno dei più famosi software per la raccolta ed elaborazione dei dati pubblici, reso celebre da Obama per la sua campagna sulla trasparenza governativa.

“La democrazia non è uno sport da spettatori”

– Michael Moore

Perchè un portale open data ad Isso?

Attraverso una rapida ricerca su internet, è possibile individuare numerosi esempi di grandi città che hanno già allestito dei portali cittadini ed hanno iniziato a pubblicare dati. Il lavoro svolto da una grande città fa certamente più eco rispetto ad un piccolo paese come Isso. Ma la differenza non sta nel numero di abitanti ma nella qualità di dati prodotti e dall’impatto prodotto dal riuso degli stessi. Per chi ha seguito lo sviluppo dell’Agenda Digitale Isso si ricorderà del famoso dato sulle assenze dei dipendenti comunali, l’unico dataset al tempo disponibile e perciò continuamente preso come riferimento durante le mie presentazioni. Oggi lo stesso dato è visualizzabile sul portale in forma di grafico a barre, aggiornato direttamente dai dipendenti comunali. Conoscere il tasso di assenza dei dipendenti comunali, pagati con i soldi pubblici è decisamente un buon motivo. Ma non basta.

“La differenza non sta nel numero di abitanti ma nella qualità di dati prodotti e dall’impatto prodotto dal riuso degli stessi”

Abbiamo deciso negli scorsi mesi di inserire nella piattaforma il bilancio di previsione 2016, e con grande sorpresa abbiamo scoperto di essere tra i primi a farlo (insieme – al momento – al Comune di Monza).

Per la prima volta ad Isso è possibile avere delle risposte oggettive su come il Comune spende i soldi. Grazie alla piattaforma Socrata è possibile applicare dei filtri ed “interrogare” il database per cercare le risposte a domande quali: quanto prevede di spendere il comune per i rifiuti nel 2016? Quanto incide l’IMU sul totale delle entrate? La spesa per la fornitura elettrica è aumentata o diminuita nel corso degli anni? Non solo. La stessa Regione Lombardia pubblica i dati in proprio possesso e uno dei lavori in corso è quello di filtrare i dati relativi al nostro Comune (es. incidenti stradali, edifici con certificazione energetica, …).

L’analisi dei dataset passa attraverso le cosiddette visualizzazioni, ovvero i grafici di diversa tipologia che Socrata permette di configurare per dare un senso ai dati oggetto in esame. Le risposte sono oggettive e ti dicono cosa sta succedendo, il perché sta succedendo resta di ambito politico e di conseguenza diventa oggetto di analisi e discussione pubblica, la quale sarà maggiormente efficace perchè non sarà più influenzata dal passaparola di informazioni ma basata su dati concreti e oggettivi.

La prossima primavera, in occasione dell’International Open Data Day, organizzeremo un evento divulgativo incentrato sull’uso di Socrata per poter permettere a tutti i cittadini di conoscere la piattaforma e di muoversi in autonomia nell’analisi dei dati.

“Le risposte sono oggettive e ti dicono cosa sta succedendo”

Nel corso del tempo sono stati aperti molti altri dataset, raccolti in un altro dataset denominato “Elenco dataset pubblicati” aggiornato settimanalmente. Sarà possibile richiedere nuovi dataset all’indirizzo agendadigitale@comune.isso.bg.it.

Oggi, 9 dicembre, è la Giornata Internazionale dell’Anticorruzione e credo che la cultura dei dati aperti sia la necessaria risposta per poter contrastare fenomeni di corruzione e spreco di denaro a favore di un migliore monitoraggio della spesa pubblica e un incentivo alla partecipazione alla vita pubblica.

Buona navigazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *